Le regole per tutelarsi nella vendita di un veicolo: 3° terza.

Le Regole per la vendita di un veicolo: 3° parte.

Immagine dell'articolo per le regole di vendita veicolo usato.

Regole per la vendita veicolo usato.

Dopo a prima e la seconda parte, inseriamo ora il terzo ed ultimo articolo dedicato alle 10 Regole che devi seguire quando vendi il tuo veicolo.

Questo breve Prontuario è stato realizzato dall’Unasca, l’associazione di categoria che riunisce la maggior parte delle Autoscuole e degli Studi di Consulenza.

  1. L’autentica che sottoscrivi rappresenta data certa alla cessione, ai fini dello scarico di ogni responsabilità (civile, penale, amministrativa, tributaria, assicurativa) in relazione alla proprietà, il possesso e l’uso del veicolo, soprattutto per l’applicazione dell’articolo 386 del Regolamento di esecuzione del Codice della Strada, che prevede la possibilità di mostrarsi estraneo ad una violazione della circolazione se puoi documentare (con una copia dell’avvenuta vendita in data antecedente alla violazione stessa) di non essere più il legittimo proprietario del veicolo; di conseguenza e come regola generale:non sottoscrivere più di una volta e/o su documenti diversi dal CdP, salvo quanto previsto dai casi precedentemente esposti, diffida, una volta già sottoscritto nei modi indicati, dalla richiesta di ulteriori firme, qualunque sia il motivo, anche se la giustificazione sia lo smarrimento del documento che hai firmato, e pretendi comunque spiegazioni scritte e, ove davvero occorresse un nuovo intervento di firma, controlla che non siano stati cambiati i dati del compratore;
  2. Ricorda che sottoscrivere in condizioni diverse da quelle finora descritte (come, ad esempio, nell’autosalone anziché presso uno Sportello Telematico dell’Automobilista pubblico/privato o presso un Ufficio Comunale) non è una agevolazione, benché te la proponessero come tale, ma una violazione di legge, e rende la vendita, oltreché non regolare, non valida ai fini dello scarico delle responsabilità, nonché della menzionata efficacia ai sensi dell’articolo 386 del Regolamento di esecuzione del Codice Stradale, esponendo inoltre al rischio di un coinvolgimento penale concernente il reato di falso nella formazione/definizione della dichiarazione di vendita
  3. Trascorsi due mesi dalla sottoscrizione della dichiarazione di vendita (che va trascritta al P.R.A. – Pubblico Registro Automobilistico, ai sensi dell’art. 94 del Codice della strada, entro 60 giorni dall’autentica) verifica presso il PRA o tramite uno studio di consulenza automobilistica l’avvenuta regolare annotazione del passaggio di proprietà.

Puoi anche, a questo indirizzo, consultare on line l’originale del prontuario redatto dall’Unasca.

N.B.: Ti ricordo che i soggetti abilitati all’autenticazione delle Dichiarazione di Vendita dei veicoli sono:

  • gli Uffici Provinciali del D.T.T. (Motorizzazione);
  • gli Uffici Provinciali del P.R.A.;
  • i Consulenti Automobilistici (o dipendenti delegati) all’interno dei locali dell’agenzia abilitata quale Sportello Telematico dell’Automobilista (S.T.A.) con l’esposizione di apposito Logo;
  • i Funzionari Comunali presso gli Uffici del Comune;
  • i Notai presso il proprio studio.

**********

Crediti per l’immagine: Image courtesy of JEROEN VAN OOSTROM / FreeDigitalPhotos.net