Le nuove categorie delle patenti di guida: D, DE, D1, D1E.

Le nuove patenti guida.

Le nuove patenti guida.

Categorie per la patenti di guida: breve guida.

In questo articolo, dopo i precedenti dedicati alla altre categorie, ti parliamo delle patenti della categoria D1, D1E, D e DE.

Anche per queste ultime facciamo sempre riferimento a quanto previsto dalla circolare 636 del 9 gennaio 2013.

PATENTE D1
E’ richiesta per la guida di autoveicoli con un numero di posto minore o uguale a 17 e che abbiano lunghezza minore o uguale a 8 metri anche se trainano un rimorchio che abbia massa massima minore o uguale di 750 kg.
Si può conseguire dopo il compimento dei 21 anni.

PATENTE D1E
E’ richiesta per la guida di COMPLESSI di veicoli composti da:

  • motrice di categoria D1 e
  • rimorchio con massa massima autorizzata maggiore di 750 kg.

Si può ottenere al compimento dei 21 anni.

PATENTE D
E’ richiesta per la guida di autoveicoli con numero di posti maggiore di 9 anche se trainano un rimorchio con massa massima minore o uguale 750 kg.
Questa patente si può conseguire a partire dai 24 anni; se il titolare è già in possesso di C.Q.C. per il Trasporto di Persone allora l’età minima per conseguire tale patente diventa 21 anni.

PATENTE DE
E’ richiesta per la guida di COMPLESSI di veicoli composti da:

  • motrice di categoria D e da
  • rimorchio con massa massima autorizzata maggiore di 750 kg.

Si può conseguire a partire dai 24 anni a meno che il candidato non sia già titolare di C.Q.C. per il Trasporto di Persone.
In questo caso l’età minima scende a 21 anni.

La nuove categorie di patenti: C1 – C1E – C e CE

Le nuove patenti guida.

Le nuove patenti guida.

Dopo il primo articolo dedicato alle patenti di categoria AM  A1  A2 e A e quello dedicato alle categorie B1 B e BE, ci occupiamo delle categorie C1, C1E, C e CE sempre secondo quanto previsto dalla circolare 636 del 9 gennaio 2013.

Nello specifico:

PATENTE C1
E’ richiesta per guidare gli autocarri con massa massima autorizzata maggiore di 3.500 kg ma minore o uguale a 7.500 kg anche se viene trainato un rimorchio con massa massima autorizzata minore o uguale a 750 kg.
Si può ottenere al compimento dei 18 anni.

PATENTE C1E
E’ richiesta per guidare COMPLESSI composti da:

  • motrice di categoria C1 e rimorchio con massa massima autorizzata maggiore di 750 kg purché la massa massima autorizzata del COMPLESSO sia minore o uguale a 12.000 kg oppure
  • motrice di categoria B e rimorchio con massa massima autorizzata maggiore di 3.500 kg purché la massa massima autorizzata del COMPLESSO sia minore o uguale a 12.000 kg.

Si può conseguire al compimento dei 18 anni.

PATENTE C
E’ richiesta per la guida di autocarri con massa massima autorizzata maggiore di 3.500 kg anche se traina un rimorchio con massa massima autorizzata minore o uguale a 750 kg.
Si può conseguire a partire dai 21 anni a meno che il richiedente non sia già in possesso di C.Q.C. per il Trasporto di cose.
In questo caso l’età minima richiesta scende a 18 anni.

PATENTE CE
E’ richiesta per la guida di COMPLESSI di veicoli costituiti da una motrice di categoria C e un rimorchio con massa massima autorizzata maggiore di 750 kg.
Si può conseguire a partire dai 21 anni salvo che il richiedente non sia già in possesso di C.Q.C. per il Trasporto di cose.
In questo caso l’età per il conseguimento diventa 18 anni.

La nuove categorie di patenti: B1 – B – BE

Le nuove patenti guida.

Le nuove patenti guida.

Dopo il primo articolo dedicato alle patenti di categoria AM A1 A2 e A, ti spieghiamo quanto previsto dalla circolare 636 del 9 gennaio 2013 in relazione alle categorie B1B e BE.

Nello specifico:

PATENTE B1
E’ richiesta per la guida dei Quadricicli diversi da quelli leggeri (*1).

E’ possibile ottenerla dopo il compimento dei 16 anni ma non abilita alla guida di alcun motociclo.

(*1) massa a vuoto minore o uguale a 400 kg o 500 kg se destinati a trasporto di cose escluse batterie, potenza nominale netta minore o uguale 15 kW.

PATENTE B
E’ richiesta per la guida di autovettura con numero di posti non oltre i 9 (compreso il conducente) e massa massima minore o uguale a 3.500 kg.
E’ possibile conseguirla al compimento dei 18 anni.

Consente inoltre di guidare un COMPLESSO di veicoli composto da motrice di categoria B e i seguenti tipi di:

  • rimorchio con massa massima autorizzata minore o uguale a 750 kg oppure
  • rimorchio con massa massima autorizzata maggiore di 750 kg purché la massa massima autorizzata del COMPLESSO non superi i 3.500 kg
  • rimorchio con massa massima autorizzata superiore ai 750 kg e massa massima autorizzata del COMPLESSO maggiore di 3.500 kg ma minore o uguale a 4.250 kg se si supera una prova pratica di guida su veicolo specifico.

PATENTE BE
E’ richiesta per la guida di COMPLESSI composti da motrice di categoria B e rimorchio di massa massima autorizzata maggiore di 750 kg ma minore e uguale a 3.500 kg.
La massa massima autorizzata del COMPLESSO è minore o uguale a 7000 kg.
Questa patente si può ottenere a partire dai 18 anni.

La nuove categorie di patenti: A – A1 – A2 – AM

Le nuove patenti di guida: A, A1, A2 e AM.

Immagine dedicata alle nuove categorie delle patenti di guida: patente a, a1, a2 e am

Categoria patenti A, A1, A2 e AM

Questa è la prima parte di una serie di brevi articoli dedicati alle nuove 15 categorie di patenti di guida.

La circolare 636 del 9 gennaio 2013 ha sintetizzato la disciplina relativa alle nuove categorie, al rilascio e ad altre caratteristiche delle stesse.

Nello specifico:

PATENTE AM
E’ richiesta per la guida di veicoli a 2 o 3 ruote e quadricicli leggeri (*1)
Si può ottenere, in Italia, non prima di aver compiuto 14 anni e abilita alla guida su tutto il territorio U.E (Unione Europea) e S.E.E. (Spazio Economico Europeo) solo a partire dai 16 anni fatta salva la possibilità degli altri Paesi di riconoscere la validità di una patente AM rilasciata da altro Stato a 14 anni.

(*1) cilindrata inferiore o uguale a 50 cm3 o potenza inferiore o uguale a 4 kW, velocità massima inferiore o uguale a 45 km/ora, massa a vuoto inferiore o uguale a 350 kg escluse batterie. Continua a leggere

Le regole per tutelarsi nella vendita di un veicolo: 3° terza.

Le Regole per la vendita di un veicolo: 3° parte.

Immagine dell'articolo per le regole di vendita veicolo usato.

Regole per la vendita veicolo usato.

Dopo a prima e la seconda parte, inseriamo ora il terzo ed ultimo articolo dedicato alle 10 Regole che devi seguire quando vendi il tuo veicolo.

Questo breve Prontuario è stato realizzato dall’Unasca, l’associazione di categoria che riunisce la maggior parte delle Autoscuole e degli Studi di Consulenza.

  1. L’autentica che sottoscrivi rappresenta data certa alla cessione, ai fini dello scarico di ogni responsabilità (civile, penale, amministrativa, tributaria, assicurativa) in relazione alla proprietà, il possesso e l’uso del veicolo, soprattutto per l’applicazione dell’articolo 386 del Regolamento di esecuzione del Codice della Strada, che prevede la possibilità di mostrarsi estraneo ad una violazione della circolazione se puoi documentare (con una copia dell’avvenuta vendita in data antecedente alla violazione stessa) di non essere più il legittimo proprietario del veicolo; di conseguenza e come regola Continua a leggere

Convegno sulla Psicologia e la Sicurezza stradale a Genova il 29 novembre.

Psicologia e sicurezza stradale.

Immagine per convegno sulla sicurezza stradale.

Sicurezza stradale

Interessante convegno organizzato dall’Ordine degli Psicologi della Liguria e dedicato al seguente argomento

PSICOLOGIA e la 
SICUREZZA STRADALE – Promozione e sviluppo di una cultura della sicurezza stradale

Si terrà a partire dalle 8,30 nella giornata di venerdì 29 novembre presso Sala Aurea Grand Hotel Savoia a Genova (GE) Via Arsenale Di Terra, 5.

Partecipazione GRATUITA.

Locandina del Convegno.

**********

Crediti per l’immagine: Image courtesy of DAVID CASTILLO DOMINICI / FreeDigitalPhotos.net

Le 10 regole per tutelarsi nella vendita di un veicolo: seconda parte.

Le Regole per la vendita di un veicolo: 2° parte.

Immagine dell'articolo per le regole di vendita veicolo usato.

Regole per la vendita veicolo usato.

Ecco la seconda parte del Prontuario redatto dall’Unasca per fornire 10 semplici Regole da seguire quando si vuole vendere il proprio veicolo.

 

Dopo le prime tre regole, puoi leggerne altre 4:

 

  1. devi sottoscrivere la dichiarazione di vendita sempre a favore di chi, personalmente, acquisisce (e paga) il veicolo e non a favore di terzi indicati da quest’ultimo; Continua a leggere

[Divagazioni – Pallamano #4] – Il ruolo del portiere.

Divagazioni: Pallamano

Divagazioni: Pallamano

 

Tutti i ruoli nel gioco della pallamano sono importanti, ma quello del portiere lo è in modo particolare.
Questa figura è il punto di partenza e il mezzo attraverso il quale una squadra costruisce i propri successi; si può stimare che ne rappresenti un buon 60/70 per cento.
Da solo, dalla sua posizione privilegiata dietro alla difesa, osserva il posizionamento dei compagni e può/deve aiutare a correggerlo nel caso fosse necessario.

La sua rapidità nel far partire il contropiede ed innescare una veloce seconda fase, la sua concentrazione e senso di posizione possono essere decisivi per il successo finale. Continua a leggere

Le 10 regole per tutelarsi nella vendita di un veicolo: prima parte.

Le Regole per la vendita di un veicolo: 1° parte.

Immagine dell'articolo per le regole di vendita veicolo usato.

Regole per la vendita veicolo usato.

L’Unasca (Unione Autoscuole e Studi di Consulenza Automobilistica) ha redatto un prontuario contenente 10 semplici regole per evitare problemi nella vendita del proprio veicolo.

Ecco le prime 3, le successive seguiranno in altri articoli nei prossimi giorni: Continua a leggere

Il Superbollo, sovrattassa sul bollo auto.

Il Superbollo per auto.

Immagine per articolo su Superbollo.

Tassa Superbollo

Per Superbollo si intende una tassa addizionale sul bollo auto che grava nella misura di 20 euro per ogni kW di potenza di un veicolo superiore a 185 kW.

Istituita dal Governo Monti ed entrata in vigore a Luglio del 2011 in modo retroattivo è stata inizialmente applicata solo per i veicoli sopra i 225 kW di potenza per la cifra di 10 euro per ogni kW. Continua a leggere